Ray Ban Aviator Small

E dare in mano a Sergio Martino un cast che ricalca quasi in toto quello dell’84 (con una differenza di budget non indifferente) significa evidenziare in maniera piuttosto esplicita quelle differenze “tecniche” di un cinema che non possiede più il “genere”, ma ne appare anzi posseduto a fini meramente commerciali. Sarebbe un peccato, però, non evidenziare quel che di buono la pellicola offre, nel tentativo di omaggiare un passato non troppo glorioso ma che ha conquistato almeno tre generazioni di spettatori. Risultato, questo, che non può essere snobbato da facili intellettualismi.

In 2006, Judy was a visiting professor at Duke University Terry Sanford Institute of Public Policy. In 2005, she was a visiting fellow at Harvard University Joan Shorenstein Center on the Press, Politics and Public Policy. From 2006 2013, she anchored a monthly program for Bloomberg Television, with Judy Woodruff.

Non faccio cinema per denaro e il giorno in cui mi sembrerà di aver dato tutto, di ripetermi, mi fermerò. Speriamo che quel giorno non arrivi mai.C’è una dimensione poetica intraducibile in ogni lingua. Possiamo tradurre qualsiasi parola ma ci sarà sempre un resto ineffabile.

Peccato, nonostante i riconoscimenti ricevuti, trovo sia un davvero mancata. Questo film è la conferma che è uno che l’horror lo conosce, ne conosce i meccanismi, e sa adottare i classici temi con uno sfondo iniziale più da horror adolescenziale creando un lm potentissimo. Questo film è la conferma che è uno che l’horror lo conosce, ne conosce i meccanismi, e sa adottare i classici temi con uno sfondo iniziale più da horror adolescenziale creando un lm potentissimo.

Sebbene la trama del film non sia priva di spunti d’interesse e di qualche elemento suggestivo, appare evidente che l’intento dell’attore / autore Norton (vale a dire quello di scavare più a fondo nella psicologia di Banner) sia stato messo da parte a favore dell’aspetto più ludico e “commerciale” delle avventure di Hulk: e così, approssimandosi alla conclusione, Leterrier non fa altro che offrirci effetti speciali a go go, incluso uno spettacolare (forse troppo lungo?) duello finale tra Hulk e la sua nemesi, il malefico Abominio, fra le strade della Grande Mela. Sicuramente convincente la prova di Edward Norton, un po’ meno quella della fanciulla di turno, la diafana dottoressa Betty Ross (Liv Tyler); il resto del cast compresi l’ambiguo generale William Hurt ed il super cattivo Tim Roth si limita a fare da tappezzeria alle imprese dell’omone verde. Nell’epilogo, la comparsata di Robert Downey Jr nel ruolo di Tony Stark prelude ad un prossimo “incontro” cinematografico fra l’incredibile Hulk ed Iron Man.

0 comments on “Ray Ban Aviator SmallAdd yours →

Lascia un commento